0586 1837847 info@extrafactory.it
Seleziona una pagina

Incontro con lo scrittore Diego Collaveri

Lunedì 25 settembre 2023

In occasione della rassegna «Libri in Movimento» Monica Peccolo incontra lo scrittore Diego Collaveri per presentare la sesta avventura del commissario Botteghi. Un noir metropolitano che affonda le radici nel passato scuro della città, partendo dall’assassinio tutt’oggi irrisolto del barone Gustavo Corridi avvenuto nel 1867. Un viaggio personale attraverso l’anima imprenditoriale ottocentesca livornese, seguendo i resti di ville e figure storiche che hanno segnato Livorno. In un momento di pura depressione, il commissario Botteghi si troverà a indagare suo malgrado su di un apparente omicidio a seguito di un incidente stradale, che ben presto rivelerà un risvolto molto più profondo a seguito del ritrovamento di un misterioso diario appartenuto al barone.

L’autore Diego Collaveri
Dal 1992 al 2000 lavora in campo musicale, collaborando con Emi Music come chitarrista, arrangiatore e paroliere.
Nel 2000 comincia a scrivere narrativa e poesia, ottenendo premi e riconoscimenti. Nel 2001 vira verso la sceneggiatura, prima teatrale e poi per il cinema breve; l’anno successivo con la prima regia vince il concorso Minimusical indetto da La Repubblica e la casa di produzione Fandango, con cui collaborerà negli anni successivi. Intraprende un percorso didattico/formativo con vari registi italiani, studiando storia della cinematografia mentre lavora sui vari set.
Nel 2003 fonda la Jolly Roger productions, etichetta indipendente per produzioni video(videoclip, backstage, live show, booktrailer).
Nel 2006 viene invitato dall’Universtià di Pisa, dipartimento Cinema Musica Teatro, a intervenire nell’ambito del seminario “il cinema classico Hollywoodiano”.
Nel 2009 viene inserito nell’Enciclopedia degli Scrittori Contemporanei.
Nel 2013 è autore di brevi racconti noir per il settimanale Cronaca Vera.
Dal 2014 collabora con LaTelaNera.com come critico cinematografico, accreditato a livello internazionale.
Dal 2015 al 2017 è docente di sceneggiatura e storia del cinema presso Scuola di Scrittura Carver di Livorno.
Nel 2018 e 2019 partecipa al progetto Staffetta di Scrittura Creativa di BIMED (Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo) per le scuole superiori, in collaborazione con Ministero della Pubblica Istruzione.
Nel 2018 è tra i docenti del corso Form.Ed – Tecnico della Gestione delle Fasi di Lavorazione Editoriale indetto da Provincia di Livorno e Regione Toscana.
È tra gli ideatori di “Paura sotto la Pelle”, prima rassegna di incontri in Italia dedicata al genere mistery/crime e le sue trasposizioni tra narrativa, cinema e fumetto, tenutasi a Bologna nel dicembre 2017, patron Pupi Avati.
Nel 2019 riceve l’Oscar Livornese, onoreficenza riservata alle eccellenze cittadine che con il proprio lavoro hanno recato prestigio alla città di Livorno.
Vincitore di numerosi premi nella letteratura di genere, è riconosciuto tra i migliori scrittori della nuova generazione del noir metropolitano a livello nazionale. Oltre alla serie Anime Assassine e ad altre opere che spaziano dal fantasy al sci-fi, è autore: per Fratelli Frilli Editori – L’Odore Salmastro dei Fossi, Il Segreto del Voltone, La Bambola del Cisternino, Il Commissario Botteghi e il Mago – l’ultima illusione di Wetryk, il Passato ha un Prezzo, I Delitti di Livorno – il commissario Botteghi e l’omicidio del barone Corridi per La Corte Editore – Fango per Ugo Mursia Editore – Nel Silenzio della Notte

Libri in Movimento è una rassegna di presentazioni di libri, che dal 25 al 30 settembre farà tappa, ogni giorno, in un luogo diverso del quartiere. Un itinerario per scoprire proposte letterarie ma anche angoli pubblici e privati del rione Pontino San Marco: per conoscerli o ri-conoscerli, frequentarli, valorizzarli…

Esopo a Livorno.

Le satiriche e divertenti favole senza tempo adatte a tutte le età illustrate e ambientate nei luoghi tra i più amati della Toscana.
Presentazione del Libro d’Artista insieme alle stampe originali, alla proiezione di immagini e alla lettura teatralizzata con la partecipazione della Associazione «la 12a sedia». Appuntamento per venerdì 28 aprile 2023 alle ore 18.30. Ingresso Libero.

«L’arte ci cura. Noi non siamo solo quello che mangiamo e l’aria che respiriamo.Siamo anche le storie che abbiamo sentito, le favole con cui ci hanno addormentato da bambini (…)»
(Tiziano Terzani)

PAOLO PARENTE
Paolo Parente è l’autore delle immagini e dei testi di “Esopo a Livorno”, ed èanche l’editore di questo Libro d’Artista che contiene una scelta di favole tratteda un suo testo precedente e più ampio dal titolo «Esopo in Toscana». Base di ogni saggezza, queste favole ambientate in un’arcaica Livorno sono folgoranti racconti che trattano l’eterna commedia della vita. Parente è un artista eclettico sia per quanto riguarda la sua formazione che il suo modo di concepire il «fare arte». Ha infatti attraversato vari periodi e si è occupato di arte nei suoi più diversi aspetti. Nato a Livorno nel 1954, Paolo Parente ha vissuto la maggior parte della sua vita lontano, pur non dimenticando mai le sue radici livornesi. A Firenze ha compiuto gli studi artistici, in Svizzera ha affrescato interamente la Chiesa di Zermatt, in Lombardia alterna le sue attività artistiche con la Toscana, dove ha esposto a Livorno alla Galleria Peccolo e a Prato al Museo Pecci.
Per ulteriori informazioni su Paolo Parente si può visitare il sito ufficiale www.parentearte.com

Extra Factory, via della Pina d’Oro, 2 (angolo Piazza della Repubblica), Livorno
Ulteriori informazioni: info@extrafactory.it

Enrico Ristori. Di anime salve e altre solitudini.

 

14-29 aprile 2023

Appuntamento attesissimo per l’opening di venerdì 14 aprile 2023 alle ore 18.00 presso Extra, in piazza della Repubblica a Livorno per la personale di Enrico Ristori al suo debutto assoluto.
«Di anime salve e altre solitudini» Il punto di vista di Enrico Ristori (Testo del Maestro Mario Ferrante)

“… non c’è nessuno capace di tanta serietà quanto un bambino che gioca! E un vocato all’arte vive l’impegno di conservare con molta cura il fanciullo che è in lui . E si fa beffa del tempo . Questo pensiero accompagna la mia produzione da molti anni e non ha mai smesso di procurarmi stupore felice nell’osservare tanti artisti che vivono con me la bottega. La vicenda artistica di Enrico Ristori conferma fedelmente questa situazione. Lui che ha lambito per decenni la creatività pittorica – della quale è ricco – dedicandosi con eccellenza all’arte del tatuaggio , ha infine rotto gli argini del disegno descrittivo , per accettare la sfida di una realtà parallela estrapolata dal suo ricchissimo mondo interiore. Nelle sue creazioni, soprattutto bambini e adolescenti vivono in atmosfere apparentemente reali e si ribellano al ruolo comodo di un’estetica banale per sfidare l’osservatore , invitandolo ad una introspezione profonda. In questo modo egli utilizza la chiave narrativa di ogni scena con giocosità schietta ma che non manca di rimandi e sottotitoli in analisi psicologiche tutt’altro che semplici. Il suo punto di vista è dal basso : quello che utilizza un bambino nell’osservare il mondo degli adulti, ma lo fa con un rigore che non lascia niente alla casualità. Ed è con questa cifra che Enrico Ristori raggiunge la capacità di guidarci nel suo mondo incantato con l’anima di un fanciullo che strizza l’occhio al mondo dei “grandi”…”

La mostra sarà visitabile dal 14 al 29 aprile nei locali di Extra in piazza della Repubblica a Livorno.
Tutti i giorni con orario 9.30-12.30 e 17.00-20.00 (martedì giorno di riposo, domenica apertura pomeridiana).
L’evento è sponsorizzato da InCarne.

YAGHI (Ribelle)

Sabato 21 gennaio ore 21.00

Il collettivo In forma di rosa ed Extra Factory presentano sabato 21 gennaio 2023 alle ore 21, in prima nazionale, la lettura del poema persiano Yaghi (Ribelle) di Shafa Hooshang, per le voci di Edoardo Bacchelli e Roya Najm. Prosegue il ciclo di azioni artistiche del collettivo in solidarietà con la rivoluzione iraniana, scoppiata dopo la morte della ventiduenne curda Mahsa Amini, fermata e arrestata a Teheran il 13 settembre 2022 perché non indossava correttamente l’hijab e deceduta dopo tre giorni all’ospedale di Kasra, in seguito alle percosse subite in stato di fermo. Il poema, inedito in Italia, è stato tradotto in italiano dalla scrittrice Lucia Teresa Benetti e dall’esule Roya Najm. La vita del poeta e la sua scomparsa in circostanze misteriose, durante il regime dell’ayatollah Khomeyni, verranno narrate da Lucia T. Benetti a chiusura del reading. L’introduzione all’intero evento sarà invece affidata alla voce e al canto del soprano Niki Mazziotta. Ideazione e allestimento sono della drammaturga e regista Barbara Del Bono Idda. In anteprima sarà possibile vedere la mostra fotografica «Storia di Az.(alias)» (fondatrice di una cooperativa indipendente di donne in Iran, oggi chiusa), del fotoreporter Giacomo Sini che sarà visitabile fino a sabato 28 gennaio.

L’evento si svolgerà nel piccolo auditorium della galleria, in via della Pina d’Oro 2 (Piazza della Repubblica) a Livorno.