0586 1837847 info@extrafactory.it
Seleziona una pagina

1984-2024 La mostra fotografica di Carlo Lucarelli

 6 – 15 aprile 2024

CARLO LUCARELLI. Passione e dedizione per la fotografia.

Testo di Carlo Ciappi (docente DAC FIAF e critico della fotografia)

«Livorno, la primavera e l’arte, il trinomio si rinnova e si rivela sempre avvincente allo scoccare dei giorni dell’equinozio di primavera, è allora che la luce del giorno ha la stessa durata dell’oscurità notturna, un magnifico bilanciamento, il giusto equilibrio e non potevano esserci giorni più appropriati per manifestare l’arte di un fotografo di profonda ispirazione, ma più di ogni altra dote, l’uomo che possiede grande equità, riflessione e dedizione perfetta a quanto si appresta a fare. Sarà infatti il giorno sei di Aprile del corrente anno quando si terrà il vernissage della mostra fotografica dell’artista il cui nome fa spicco in epigrafe, sarà allora la sua l’arte fotografica a manifestarsi, l’arte mai abbandonata nemmeno per brevi periodi, però mai ostentata, mai autodeclamata, piuttosto volutamente sottaciuta pur essendo valida espressione di una ricerca, mai seguace di una moda qualsiasi, piuttosto sempre forte espressione dei tempi vissuti, visto che il suo pensiero è sempre stato che la fotografia, come la musica e la poesia, è espressione vera di sentimento, quello dell’autore posto in ogni scatto. In questo giorno, quindi, si accenderanno le luci sulle fotografie di Carlo Lucarelli espressioni diverse capaci di sorriderci dalle pareti della galleria Extra e molti appassionati converranno per condividere una gioia, quella dell’autore senza dubbio, ma anche di quanti hanno avuto il piacere di lavorare artisticamente e per il bene della fotografia in generale a fianco ad un artista singolare.
Carlo Lucarelli si affacciò alla fotografia intorno al 1984, lo fece aderendo ad una associazione dal nome che è tutto un programma: ALFA (Associazione Livornese Fotoamatori) e non mise tempo in mezzo, iniziò subito con le varie sperimentazioni, tutte quelle che l’entusiasmo e la passione gli suggerivano e il colore imperava nei suoi orizzonti, come i paesaggi, ma sempre la presenza dell’umano era una cosa assai ricercata e voluta per imprimere un senso all’immagine cercata. Ci sono più strade per imprimere il senso delle immagini, come le tecniche per poterle realizzare e, negli anni subito dopo il suo inizio, iniziò l’era dei computer con cui dare nuovi impulsi conferendo alle immagini sensazioni nuove e il nostro artista non se ne lasciò sfuggire l’occasione e cominciò il filone della creatività. Poi si sa, le attitudini personali obbligano a ricerche più approfondite, ben presto la sua fotografia fu vera comunicazione, fine ultimo dell’arte della fotografia fino a spingersi in reportage e portfoli fotografici di spessore. Anche se dotato di grandissima modestia, è stato invitato a mostrarsi in pregevoli manifestazioni e gallerie d’arte, anche lui ha fatto il percorso obbligato della partecipazione a concorsi in cui si è sempre distinto in campo nazionale e internazionale. Ben presto si affiliò alla Fiaf, la federazione delle associazioni fotografiche italiane, la più importante in senso assoluto, in seno a questa istituzione si è sempre adoperato per promuovere il vero senso dell’amatorialità e dell’associazionismo fino a conseguire una onorificenza importante quale Benemerito Della Fotografia Italiana, titolo che è riservato a quanti si adoperano fattivamente e con zelo alla promozione dell’arte fotografica, sia artisticamente e come promozione, nonché per la organizzazione necessaria per la crescita del Popolo della Fotografia. Questo è senza dubbio un gran riconoscimento, ma altre onorificenze popolano il suo curriculum, quelle conquistate nel campo artistico ed hanno acronimi diversi: AFI (Artista fotografo italiano); Exposant honorable d’images sans frontière; Artiste della federération internazionale de l’art photografique, ma anche Eccellence della stessa istituzione internazionale; infine Encomiabile della fotografia italiana. Questi elencati sono importanti riconoscimenti, ma il suo palmares sarebbe ancor più popolato se il suo impegno non si fosse diretto, con tanto impegno, anche alla buona guida dei circoli di fotografia e della federazione stessa, infatti nel 2007 fu un cofondatore del Fotoclub Nove di Livorno il cui nome si è fatto conoscere negli anni per meriti particolari. Per sei anni ha ricoperto l’onerosa carica di Delegato provinciale per Livorno della Fiaf, ma per ben dieci ha ricoperto quello di Delegato regionale per la Toscana, regione di capitale importanza nell’amatorialità fotografica. Innumerevoli sono le manifestazioni realizzate con il suo stimolo in varie zone del territorio, come innumerevoli sono i campi in cui si sono prodotte sue iniziative; questo potrebbe sembrare un buon operato e lo è in effetti, ma il suo fiore all’occhiello è l’ideazione, la realizzazione, la gestione di una grande mostra intitolata Toscanità. Questa singolare, ciclopica realizzazione ha visto realizzarsi per ben quattro edizioni, con cadenza biennale, una mostra di trecetosessanta fotografie eseguite, a seconda dei temi scelti, dalla coralità dei circoli delle province della Regione Toscana, un lavoro imponente ed estremamente importante per la proposta di lavorare coralmente confrontando idee, opinioni, stili, di una fotografia in evoluzione per poter lasciare il segno di chi siamo stati in un determinato periodo storico: il nostro. Le quattro mostre sono state proposte in ogni provincia con echi di approvazione mai ottenuti prima per l’ambiente fotoamatoriale, non solo toscano, ma nazionale. Quando le qualità personali sono eccellenti chi governa le istituzioni sa benissimo a chi affidare incarichi di prestigio e responsabilità, in seno alla precitata Federazione, Lucarelli riveste attualmente l’incarico di Vice Direttore Dipartimento Interni della Fiaf (zona area centro).
Le qualità e i meriti di questo personaggio facevano quasi dimenticare di parlare dell’appuntamento al vernissage del sei Aprile, sì, converremo alla Galleria Extra per godere delle opere fotografiche di questo particolare artista fotografo nello sviluppo di un’arte portata avanti e sperimentata negli anni e ne vedremo di interessanti espressioni, elaborazioni, naturalità, segni, simboli, colori, e su tutto irrompe il manifestarsi di un sentimento, il suo personale, la sua fotografia risente fortemente della personalità di chi le esegue, allora è la semplicità e la non banalità che in connubio ci verranno incontro nella nostra indagine a carpire i significati dati alle opere in mostra».

Appuntamento a sabato 6 aprile alle ore 17,30, dunque, per un vernissage particolare, all’ Extra Factory in via della Pina d’Oro, 2 (ingresso da piazza della Repubblica), Livorno.
La mostra sarà visitabile gratuitamente da sabato 6 a sabato 15 aprile 2024, con orario 10-12 e 17-20 (martedì e domenica giorni di chiusura)

 

Immaginario Analogico, la mostra di Cesare Di Liborio

 

Una nuova mostra fotografica d’Autore tutta in analogico quella di Cesare Di Liborio ad Extra con l’esposizione di tre dei suoi recenti progetti: Aliens, Wonder Women e Wandering Souls.
Appuntamento per sabato 13 gennaio alle ore 17.30 negli spazi espositivi di Extra in via della Pina d’Oro, 2 (ingresso da Piazza della Repubblica), Livorno. La mostra sarà visitabile tutti i giorni sino a domenica 21 gennaio con orario 10-12 e 17-19.30 (martedì e domenica mattina esclusi).

.: Il percorso artistico di Cesare Di Liborio
«Tutto il mio percorso professionale fotografico storicamente è stato improntato su due temi per me importanti: il limite e la natura. Limite inteso come “passaggio”, tra il reale e l’irreale, tra il conosciuto e lo sconosciuto, o se si preferisce tra la vita e la morte. La natura, per l’amore che nutro per essa. Negli ultimi quattro anni ho iniziato ad affrontare un percorso autoriale indirizzato su progetti in opera unica. Ho iniziato ad utilizzare tecniche diverse, anche combinandole fra loro. In alcuni progetti aggiungo materiali come oro, fiori, tessuti ed altro che rendono l’opera unica in quanto nella realizzazione, una parte del risultato è dettato dalla casualità del procedimento.»

.: Aliens (2021)
«Negli ultimi progetti che ho sviluppato cerco di esprimere quello che nella mia fantasia c’è ‘oltre’. In questo progetto, Aliens, l’oltre è quello che non conosciamo, è uno o più mondi alieni dei quali istintivamente abbiamo paura. Queste presenze informi, sospese, fluttuanti, sono nella mia fantasia quello che potrebbero essere alieni che popolano quell’oltre a noi sconosciuto».

Claudia Cavatorta scrive:
[…] «Maestro riconosciuto della stampa argentica in bianco e nero, Di Liborio decide di sperimentare materiali, processi e strumenti, orientandosi oggi alla produzione di opere uniche, oggetti che si collocano oltre la fotografia tradizionalmente intesa. E’ nello specifico la tecnica del mordançage ad attrarre l’Autore, che decide di inventarne una personale declinazione introducendo varianti chimiche, fisiche e formali.
Alcune riprese in pellicola bianco e nero di meduse all’interno di un acquario, con le loro forme fluttuanti e misteriose, innescano un processo ideativo e immaginativo di grande potenza, ispirando un progetto strutturato. Il lavoro procede come in un dialogo tra le forme, che sembrano agire come le macchie di Rorschach, come strumento proiettivo che guida l’autore verso formazioni che emergono dall’interno e producono continue metamorfosi…
[…] Nelle intenzioni dell’Autore, queste opere costruite a partire da fotografie di corpi traslucidi che vivono nella trasparenza, organismi antichi che ci appaiono come fantasmi trasportati in un complesso gioco di rimandi e citazioni, si offrono oggi allo spettatore come schermi/ specchi nei quali ognuno è invitato a proiettare e scoprire percorsi, interpretazioni, suggestioni, riflessioni.» Le opere sono uniche stampate dall’autore su carta baritata ai Sali d’argento, trattate con la tecnica del mordançage e virate al selenio.

.: Wonder Women (2021 – 2023)
«L’idea del progetto WonderWomen nasce dalla serie delle Madonne che fanno parte del progetto “Ade”. Tutte le immagini sono una serie di ritratti femminili in omaggio alla bellezza, alla forza e alla centralità della donna in un mondo sempre più orientato all’autodistruzione. Nel mio mondo la donna è fulcro, timone, colonna e bellezza nel suo più ampio significato.» Le opere uniche stampate dall’autore su carta baritata ai Sali d’argento, trattate con tecniche varie (mordançage e chimigrammi) anche combinate fra loro con l’aggiunta di materiali vari (pigmenti colorati, fiori, tessuti, ed altro) e virate al selenio.

.: Wandering Souls (2020 – 2021)
Il progetto “Wandering Souls” è nella mia fantasia la rappresentazione di un insieme di anime erranti che, nel mio “oltre”, vagano alla ricerca della pace. Si va dalle anime più calme e tranquille rappresentate da soggetti più larghi, alle anime più inquiete dove i soggetti sono più sottili e danno una idea di frenesia. Le Opere uniche senza l’utilizzo del negativo, stampate dall’autore su carta baritata ai Sali d’argento, trattate con la tecnica dei chimigrammi e virate al selenio.

Sito web ufficiale dell’autore: www.cesarediliborio.it

GRAVITAT! 2023 Prima edizione

gravitat! Spazio Aperto della Fotografia.

 

LA MANIFESTAZIONE (24 febbraio – 5 marzo 2023)

Care amiche e cari amici di Extra,
abbiamo il piacere di presentarVi  «GRAVITAT! SPAZIO APERTO DELLA FOTOGRAFIA» alla prima edizione.
Una tre giorni di fotografia aperta a tutti, perché riteniamo che la fotografia sia libertà, aggregazione e condivisione.
La manifestazione sarà concentrata negli spazi di EXTRA (Piazza della Repubblica – Livorno) con focus nei giorni 24-25-26 febbraio 2023.

Nel giorno di venerdì 24 si inaugurerà l’Esposizione con le fotografie dei partecipanti al Contest fotografico collegato alla manifestazione e sarà annunciato il vincitore assoluto che si aggiudicherà una Mostra Personale e 500€ da investire nella mostra stessa; i due giorni seguenti (sabato 25 e domenica 26) saranno invece una “full immersion” di presentazioni fotografiche libere (le prenotazioni sono aperte!) e buon cibo toscano tra amici e amiche. In breve la manifestazione sarà così articolata:

A. CONTEST FOTOGRAFICO

Il Contest fotografico permetterà di dar vita alla grande ESPOSIZIONE DI AUTORITRATTI ricevuti dal 1° al 15 febbraio ed in particolare la selezione dei venti autori finalisti da cui usciranno i premiati. La grande esposizione inaugurerà il giorno venerdì 24 febbraio e sarà visitabile fino al 5 marzo 2023 presso la galleria Extra Factory di Livorno.

B. SPEAKERS CORNER DI FOTOGRAFIA

Condivisioni, presentazioni e discussioni di lavori fotografici propri o di altri autori che si terrà nel piccolo auditorium di Extra Factory nelle giornate di sabato 25 febbraio e di domenica 26 febbraio 2023 . L’entrata è libera e aperta al pubblico. E’ richiesta la sola prenotazione dell’audizione per motivi organizzativi.

C. PRANZO TIPICO TOSCANO

Elucubrazioni foto-eno-gastronomiche durante il pranzo tipico toscano aperto a tutti nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 febbraio 2023. (E’ richiesta la prenotazione).

 

A. IL CONTEST 

TEMA. Il tema è l’AUTORITRATTO fotografico. Troppo spesso conosciamo e riconosciamo fotografie e stili, senza conoscere gli sguardi di chi sta dietro l’obiettivo.

SCADENZA ISCRIZIONI E INVIO FILE. Mercoledì 15 febbraio 2023

VOTAZIONE E SCELTA DELLE OPERE FINALISTE. Da giovedì 16 a sabato 18 febbraio 2023

OPERE FINALISTE. Le venti fotografie finaliste (24 febbraio – 5 marzo 2023) saranno così selezionate: 10 (dieci) fotografie dalla Commissione del team di Extra Factory; 5 (cinque) fotografie tramite like e reazioni sul social Facebook (album dedicato); 5 (cinque) fotografie tramite like sul social Instagram (pagina dedicata).

COSTI DI ISCRIZIONE. 10 euro per gli associati di Extra Factory; 15 euro per i non soci (comprende la quota sociale annuale).

PREMI (LA SCELTA AVVERRA’ TRA I VENTI FINALISTI IN MOSTRA).

  • Premio EXTRA FACTORY. Mostra personale presso la galleria Extra Factory e € 500,00 da investire sulla Mostra stessa usufruendo dei servizi pubblicitari ideati da Extra Factory.
  • Premio del PUBBLICO. Copertina della seconda edizione (2024) di «GRAVITAT! SPAZIO APERTO DELLA FOTOGRAFIA» e una serie di 5 stampe Hahnemuhle Photo Rag Fine Art da collezione in formato 20×30 per edizione limitata, vidimata da Extra Factory.

 

B. LO SPEAKERS’ CORNER

Nelle giornate di sabato 25 febbraio e domenica 26 febbraio 2023 sarà possibile presentare il proprio lavoro fotografico o di altri autori al pubblico nell’auditorium di Extra Factory, una sorta di Speakers’ Corner londinese. Ogni autore/relatore avrà a disposizione per l’audizione 10 minuti e potrà presentare serie di foto o portfolio in versione digitale (su maxischermo) o in versione stampata o in entrambe le modalità. I successivi 10 minuti sono lasciati al pubblico per domande e commenti sul progetto presentato. Gli incontri avverranno ogni 30 minuti a partire dalle ore 10.00 fino alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.30 (per un totale di 6 incontri al mattino e di 6 nel pomeriggio) sia per la giornata di sabato che quella di domenica. Presentare un progetto non ha costi, ma è richiesta la prenotazione.

 

C. IL PRANZO TOSCANO

Per chi volesse unire le riflessioni visive a quelle del palato con una «full immersion» di fotografia, cibo e vino, terminata l’ultima presentazione della mattinata, intorno alle ore 13 circa (sia nei giorni di sabato 25 e di domenica 26 febbraio 2023) sarà possibile pranzare piacevolmente e con tutta calma, nello storico ristorante adiacente agli spazi di Extra Factory: “LA PINA D’ORO” con un menù ed un prezzo del tutto speciali.

Corso di Fotografia con Andrea Dani

7 marzo 2023

EXTRA FACTORY ha il piacere di organizzare la sesta edizione del Corso Base di Fotografia a cura di Andrea Dani (con approfondimento sullo scatto istantaneo di paesaggio e urbano) a Livorno. Il corso prevede 8 lezioni della durata di 2 ore ciascuna più due uscite fotografiche. Le lezioni si terranno il martedì dalle 21 alle 23 presso la sala proiezioni di EXTRA in via della Pina d’Oro, 2 (Piazza della Repubblica a Livorno). Al termine del corso sarà allestita una mostra fotografica, in cui gli allievi potranno esibire le loro produzioni e sarà consegnato attestato di partecipazione.

CALENDARIO LEZIONI. Le lezioni saranno settimanali. Le uscite collettive per mettere in pratica quanto appreso saranno concordate con Andrea. Sarà possibile esporre alla mostra finale con il 30% massimo di assenze. Le lezioni perse non imputabili al docente non potranno essere recuperate.

PROGRAMMA. Nella prima parte gli allievi scopriranno l’attrezzatura e le regole fondamentali della fotografia. Capiranno come impostare la fotocamera in funzione di scena e soggetto, seguendo le basi tecniche: la luce, i tempi, l’apertura del diaframma, la profondità di campo e la messa a fuoco. La parte centrale del corso sarà dedicata alla preparazione dell’uscita fotografica, alla valutazione dei parametri per essere “al posto giusto nel momento giusto”, alla conoscenza degli errori più comuni e alla gestione delle criticità in fase di scatto. Gli allievi diventeranno autonomi su lettura della luce e regole di composizione. L’ultima parte sarà dedicata alla visione e alla correzione delle fotografie scattate durante l’uscita collettiva dagli allievi e alla preparazione della mostra finale. PREREQUISITI: Per partecipare al corso non è necessario possedere alcun prerequisito teorico o pratico. E’ preferibile avere una fotocamera che consenta di impostare manualmente i parametri, ma non è strettamente necessaria. Nel caso ci sia necessità di un consiglio di acquisto Andrea e l’organizzazione di EXTRA sono a completa disposizione.

A CHI E’ RIVOLTO. Il corso si rivolge a chi vuole iniziare ad utilizzare la propria fotocamera in maniera consapevole e a chiunque voglia avere le basi per scattare istantanee.

INFORMAZIONI e RICHIESTA ISCRIZIONE:  info@extrafactory.it

IL DOCENTE. Andrea Dani fotografo per pura passione dal 2010, paesaggista specializzato soprattutto in immagini che ritraggono la sua amata città, Livorno, esprime la sua arte pubblicando o come preferisce definire lui “esponendo” ogni giorno sul suo blog fotografico dal luglio del 2011, e sulla pagina Facebook “Livornot by Andrea Dani”, un immagine di scorci, di paesaggi, di bellissimi tramonti, persone o situazioni che rendono la città labronica davvero unica, facendo innamorare migliaia di persone delle sue opere (ad oggi 24.00 followers sulla sua pagina Facebook, più di 5.000 su Instagram e su Tumblr con un archivio di migliaia di foto consultabili). Tra le varie rassegne e collaborazioni ha esposto nel maggio 2016 anche come ospite all’interno della mostra internazionale “ImageNation 2016 – Eyes on the world” presso la Sala degli Archi in Fortezza Nuova all’interno del progetto “Di Terra e di Mare” indetto dal Comune di Livorno e nel maggio 2017 a Parigi per la rassegna “Street Sans Frontières” presso “Espace des Arts Sans Frontieres” – Roue Bouret Paris. Tra i vari riconoscimenti, vincitore del concorso fotografico “GuardaLI” indetto dall’Ordine degli ingegneri e il Comune di Livorno, 1° premio al concorso “Obiettivo Livorno – Scatta la città” indetto da UNI Info e Comune di Livorno. Docente nell’ottobre 2017 del Workshop “Tecnica fotografica di paesaggio urbano” organizzato dall’associazione ClickArt di Luigi Angelica. Fa parte dello staff di fotografi ufficiali da anni delle manifestazioni “Cacciucco Pride”, “Cena in bianco” ed “Effetto Venezia” a Livorno nonché fotografo ufficiale della manifestazione teatrale “Scenari di quartiere” (2018) organizzato dalla Fondazione Goldoni. Dal 2019 inizia la collaborazione con Extra Factory per il corso base di fotografia “Nel posto giusto al momento giusto”, corso molto richiesto, giunto oggi alla sesta edizione. A settembre 2022 Andrea espone per la prima volta in una galleria d’arte, proprio ad Extra Factory con “Human Figures” curata da Fabrizio Razzauti e sorprendendo il pubblico, ancora una volta, con una mostra totalmente in bianco e nero.

www.livornot.it